Per aspera ad astra.

1-0. Con una flebile nota positiva si era chiuso il terribile 2018 del Novara Calcio. Anno nero, anno zero, si riparte da capo, il 2019 deve essere il punto di svolta, il giro di boa che lancerà gli azzurri verso le posizioni che gli competono. La costruzione di questa imponente opera, secondo quanto progettato dal Presidente, dal Mister e dal DS Ludi, avverrà sulle spalle dei giganti, quelle del metronomo Buzzegoli e di quel Pablo Gonzalez che ormai 9 anni fa fece esplodere il settore ospiti di San Siro. “Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano” cantava Antonello Venditti nel suo album “Benvenuti in Paradiso”. Ed è proprio sull’onda lunga di questi “amori”, alla guida di un gruppo di ragazzi che dovrà mostrare sempre più fame, che potremo tornare alla gloria.

Si riparte lunedì, direzione Albissola. Ironico. La prima avversaria del 2019 è proprio quella squadra che, espugnando il Piola poco tempo fa, ha tracciato il punto più basso della (un tempo) meravigliosa storia moderna del Novara. E sarà il primo di una lunga, infinita serie di ostacoli.

Filippo Castano

novara calcio - pablo gonzalez - 15 febbraio 2013

Annunci
Categorie: - | Lascia un commento

DALLA SOFFITTA AL CASTELLO DI NOVARA: LE FIGURINE DELLA LIEBIG IN MOSTRA.

davIl chimico tedesco, poi divenuto barone, Justus von Liebig, fu l’inventore di un prodotto destinato al bene e al progresso dell’umanità: l’estratto di carne. Obiettivo era quello di risolvere i gravi problemi nutrizionali del periodo ottocentesco. A questo intento si aggiunse anche quello educativo e divulgativo; infatti fu deciso di promuovere un complesso sistema di figurine le cui tematiche spaziassero dalla natura alla storia, dall’arte alla scienza, dalla religione al teatro, dalla musica alla botanica. Una vera e propria sintesi enciclopedica dello scibile umano per immagini.

Le figurine Liebig divennero un oggetto di culto in tutto il mondo tanto che furono emesse in lingua fiamminga, ungherese, russa, danese, algerina, portoghese, boema, svedese, inglese ed italiana, per un totale di 1871 serie. Soltanto nella nostra lingua ne sono state fatte 1311 serie dal 1878 al 975, anno dell’ultima emissione.

Dalla soffitta al castello di Novara” è la mostra di figurine Liebig dal 1872 al 1975 che dal 15 gennaio al 10 febbraio 2019 sarà visitabile al Castello di Novara, con ingresso gratuito.

Le figurine Liebig sono da sempre le più accurate e le più ricche da un punto di vista delle composizioni e della cromolitografia. Nell’ analizzare le collezioni, si possono ripercorrere le tecniche artistiche, gli stili ed i gusti di fine Ottocento ed inizio Novecento. Dice Decio Martinisi: “ L’importanza di collezionarle oggi e mostrarle in pubblico sta nel rivivere attraverso di esse la nostra storia e preservare così le nostre radici e le nostre tradizioni affinché le future generazioni continuino a comprenderle e studiarle”.

Un grazie al Comune di Novara, la Fondazione BPN per il territorio, il Museo della Figurina, Antonio poggi Steffanina, Valeria Francese, la Fondazione Castello di Novara, il Rotary Club San Gaudenzio, l’associazione il Gipeto, Sanguinetti, Totauto, Chiara Bozzola e la tipografia Italgrafica.

Ad oggi il catalogo Sanguinetti rimane il punto di riferimento per i collezionisti di tutto il mondo.

Sabato 19 gennaio 2019, dalle ore 10.30 sarà possibile una cartolina celebrativa a fini collezionistici riproducente una figurina rara; sulla stessa sarà apposto l’annullo filatelico appositamente per l’evento.

Orari della mostra: da martedì a domenica dalle 10.00 alle 19.00.

dav

Categorie: - | Lascia un commento

ADDIO A GIOVANNI BRUSTIA….UOMO DI ALTRI TEMPI.

2732aa78-8239-4bbc-8115-8eefce926848img-20190109-wa0010Quale modo migliore può esserci nel ricordare Giovanni Brustia , scomparso pochi giorni fa, se non ascoltando le contrite parole di Edoardo, Dodo, suo nipote. Le sue sono parole che racchiudono fierezza e gratitudine per questa Roccia che se ne  è andata in punta di piedi, con grande serenità. “Il Nonno – mi racconta Dodo – è nato a Novara il 5 maggio del 1923 in Viale Dante, 29 da Eliviano e Giuseppina. Il papà di Eliviano, che si chiamava Giovanni, come mio nonno, alla fine dell’800, aveva fondato un’azienda  che produceva ingranaggi in metallo per le imprese agricole del territorio novarese. La casa di famiglia,sita in viale Dante, era collegata alla fabbrica (in via Gnifetti) da una porta, la casa stessa era stata costruita nel 1910 e modificata nel 1927 proprio dal mio trisnonno “.

Novarese di nascita e di famiglia, Giovanni frequentò l’asilo e le scuole elementari dalle Suore Giuseppine di via dei Cattaneo, dove ebbe come compagno il presidente Scàlfaro. Dopo il Liceo Classico, Brustia si iscrisse a Veterinaria, a Milano in via Celoria, ma poi fu chiamato alle armi e combatté in Albania. Fidanzato nel 1942 con Carla Garetti, classe 1926, fino al 1949, anno in cui si sposò nella Chiesa di San Marco. Nel 1943 il padre decise di vendere l’azienda e di vivere di rendita, cosa di cui Giovanni soffrì molto. Nel 1949 fu Agente dell’Italica Assicurazioni, Compagnia assorbita da Ras e poi Allianz. 25 anni aprì la prima agenzia in Via Pier Lombardo, con il suo amico commercialista, il coetaneo Antoniotti. Padre di tre figli, Eliviano, classe ’51, Cesare, classe ’56 e Marina, classe ’60. Figli che lo resero sempre orgoglioso, i due maschi assicuratori di professione, come il loro papà, la femmina pedagogista. Fu molto gratificato nel lavoro, poiché  fu presidente del SNA, sindacato nazionale degli assicuratori, nella sezione provinciale per più di 30 anni, fu anche presidente del gruppo aziendale agenti di assicurazione Ras. La sua agenzia di trasferì poi in Piazza Puccini dove ci rimase per 40 anni. Attivista del Circolo cattolico Papini di Novara, circolo di rilievo nella città gaudenziana dell’epoca. Venne Insignito della carica di Grande Ufficiale della Repubblica Italiana, poi Cavaliere ed infine Commendatore della Repubblica, onorificenze di cui è sempre stato orgoglioso perché ottenute con il duro lavoro di tutta una vita.

Ha amato alla follia i suoi figli ed i suoi nipoti, Elisa, Martino, Michele, Dodo, e Bianca Maria, pronipote, figlia di Martino, nata nell’agosto del 2018.

Di lei ripeteva sempre: è bellissima poiché ha gli occhi come i miei, azzurri e luccicanti.

La moglie Carla la amò infinitamente. Ha sempre fatto in modo, infatti, pur essendo un uomo duro, di non farle mancare nulla; ancora negli ultimi anni la trattava come la sua Principessa in ogni occasione. Passare 77 anni insieme, adorava ricordare, è un’impresa difficile ma al contempo il regalo più bello di Dio.

Nessuno lo dimenticherà, la sua immagine con la pipa sarà fissa nei suoi cari.

E ‘stato un nonno amabile, pur essendo uomo di una volta, autoritario ed autorevole. Felice dei suoi successi discendenti tutti, a partire dal suo Marti, dal suo Mico, dalla sua cocca, dal suo Dodo e dalla prima nipotina Elisa. 288ec9a6-0ce9-4511-8144-1fde98dd5086Ed essendo orgogliosamente novarese, la nomina a Consigliere nel Comune di Novara del nipote Edoardo lo rese molto raggiante. Amava Novara e pur avendo girato tutto il mondo non si è mai spostato da sotto la Cupola. Ha guidato fino a settembre, a 95 anni e mezzo e fino all’ultimo, anche in ospedale, il senso dell’umorismo non lo ha mai abbandonato.

Lo chiamavano tutti il ​​re delle barzellette, era la sua passsione, non perdeva mai occasione di raccontarne una a chiunque incontrasse.

Giovanni è tornato alla casa del padre, lunedì alle ore 15, il suo epitaffio giacce, dove 96 anni prima compariva il fiocco azzurro, li sotto la cupola.

Addio ad un uomo di altri tempi ….. ad un vero e proprio Patriarca. Uomo conosciuto in città da sempre e molto apprezzato.

Le più sentite condoglianze alla signora Carla ed alla Sua famiglia.

Manuela Peroni Assandri

 

img-20190109-wa0001

Categorie: - | Lascia un commento

CIAO VALERIA…..

img_20190107_140949

Ciao Valeria. Ti vogliamo ricordare così  sempre sorridente, riservata, silenziosa e dedita fino all’ultimo al tuo lavoro.

Grazie.

M. P. A.

 

Categorie: - | Lascia un commento

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.